A Roma per scopi ludici (grande Italia di rugby) nel pomeriggio di domenica mi sono recato con amici e parenti a visitare il Maxxi.

Una delle mostre principali è dedicata alla teoria della relatività di Einstein ed è precipuamente a carattere scientifico, ma lo spazio è talmente articolato e ampio e variegato da contenere tutto e il contrario di tutto.

Raramente ho avuto l’impressione che in un museo si potesse trascorrere tutto il tempo a propria disposizione senza annoiarsi. Ovviamente l’approccio è solo al contemporaneo, ma in quell’ambito si spazia da installazioni, video, quadri, fotografie, illustrazione di progetti architettonici, ripensamento della e delle città, la storia di Beirut, Einstein appunto e altro e altro ancora.

Notevole.

Notevole sia come luogo in sé, che come oggetti contenuti. Se si vuole fare un tuffo e un bagno nella contemporaneità, vale decisamente il biglietto di ingresso.

 

Annunci