Cari amici vicini e lontani, venerdì si è concluso il periodo invernale di segnalazioni. Il concorso riprenderà a primavera. Nell`ultima settimana abbiamo avuto:
 
Marco G. ci segnala due storie famigliari: con la Oggiero una storia piemontese che tratteggia la rinascita nazionale italiana, mentre con l’impronunciabile e basco Aramburu un ritratto della società basca nel mentre del terrorismo dell?ETA.
Marco C., invece, si invita alla lettura di una Allende insolita, non tutta fantasia, ironia e passione, ma che ci racconta un thriller ambientato ai giorni nostri in una New York gelata, all’interno della variegata comunità d’immigrati sudamericani.
Completano la settimana Lorenza che ci ricorda la biografia di una grande e semisconosciuta fotografa francese Francois Maspero, dai più ricordata come la moglie di (per inciso il marito fu il grande Robert Capa), ma con una storia personale così intensa e forte e passionale da rendere quell’attributo troppe volte usato e abusato in questo caso davvero fuori luogo.
Infine Paola finalmente (è la prima quest’anno) ci manda un libro di poesie, quello della poetessa Luciana Raggi che con i suoi brevi componimenti definisce i contorni di una esistenza passata in disparte.
Come detto, il concorso di ferma per le feste e riprenderà a primavera con un seconda tornata di segnalazioni prima di arrivare alla votazione del lettore o della lettrice dell’anno.
Tanti auguri a tutti
Annunci