Ho ballato per te stanotte
perché invecchiare insieme
è bellissimo, commovente,
così come seguire l’onda
sonora che muove lo spazio
di questa stanza infinita
dove tu sei perché io sono.

Ho ballato per te stanotte.
Poi son’ andato a dormire
contento d’averti pensato
spingendo nel buio del sonno
(finalmente) quel poco che di me
restava, la musica, il ballo,
spicchi chiari di mandarino,
donne colorate d’africa.

 

 

Advertisements