Ieri sera con un last minute siamo andati al Piccolo a vedere il ritorno di Casanova.

Detto che non amo i monologhi o comunque il teatro racconto, quello nel quale un unico attore (o attrice) tiene la scena, devo ammattere che questo testo e il suo interprete, Sandro Lombardi, sono davvero godibili.

Si dirà che nel riaddattare un testo di Arthur Schnitzler si parte avvantaggiati data la qualità del testo originario, ma resta il fatto che averne tratto 70 minuti di racconto senza che la tensione emotiva scenda mai è opera notevole,

Quindi vale il biglietto.

Resta la curiosità del perchè specie in Italia si prosegua con questo teatro monoattoriale. Teatro non è movimento, dialogo, cambio di costumi e scene?

lombardi

 

 

Annunci