A pagina 208 dell’edizione PBE trovo:

“Ogni spirito intimamente sensibile e con il senso dell’arte (non si confonda la sensibilità dell’immaginazione con quella del cuore) sentirà al pari di me che ogni arte deve bastare a se stessa e al tempo stesso restare nei limiti voluti dalla provvidenza; nondimeno l’uomo conserva il privilegio di poter sempre sviluppare grandi capacità o in un genere falso, o violando la costituzione naturale dell’arte.”

C. Baudelaire

baudelaire

Annunci