In una Milano percorsa e ripercorsa dall’alto da elicotteri, io e mia moglie abbiamo dato i nostri quindici euri a testa per visitare la Ambrosiana. Era molto tempo che sapevo di doverlo fare. Quale occasione migliore del Papa che tiene lontane le folle ed i turisti? Infatti non c’era praticamente nessuno.

Tutto si apre con le quattro allegorie delle stagioni che Bruegel dipinse su rame. Quattro capolavori assoluti di precisione e di maestria pittorica, la cui degustazione è resa ancora più preziosa dalla presenza di filmati che ne ingrandiscono i particolari e permettono di vedere ciò che l’occhio in un formato di circa 80×60 farebbe fatica ad individuare: insetti dipinti sui fiori e sulle cortecce degli alberi, uccelli minuscoli e variopinti. Bellissimi.

Poi tutti i migliori pittori lombardi fino ad arrivare al canestro di frutta di Caravaggio. E di lì ancora Mosè Bianchi e Previati e Albani e via così, scoprendo che i nomi delle vie della città non sono stati dati a casaccio. Senza dimenticare quel capolavoro assoluto del cartone preparatorio per la scuola di Atene di Raffaello, gigantesco disegno a grandezza naturale dell’affresco posto nelle Stanze Vaticane. Anche questo da rimanere senza fiato.

Un discorso a parte merita il palazzo e dall’alto la sala lettura. Sintetizzando, si è immersi nella bellezza architettonica e pittorica. Nell’ultima sala, prima dell’uscita, in doverosa semi oscurità sono esposti alcuni fogli del Codice Atlantico di Leonardo, che al solito fanno rimanere basiti di fronte alla sua curiosità, pignoleria e sapienza. Viene da pensare che la frase che ho letto di recente nel diario di un poveretto abbia una profonda verità. Quel signore diceva che non esistono geni, ma solo gente che lavora quattro o cinque volte gli altri. Leonardo era un genio, ma anche lavorava quattro o cinque volte chiunque altro, prima e dopo.

Insomma: una visita alla Ambrosiana non solo vale il biglietto, ma è talmente bella e interessante e completa, che dovrebbe essere inserito nella scuola dell’obbligo.

ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine

Annunci