Dal mio amico Tarcisio ricevo:

 

Gentile amico che sai dipingere
i colori dell’animo, che nutri dalla distanza
il sentimento più arduo, che sai
cogliere le sfumature, i riflessi
del sangue e accendi
una luce
dove gli altri si affannano a far buio
e a uccidere
ogni speranza: non la mia voce
ti ringrazia, a farlo non sono
queste povere parole,
ma
una più forte sostanza
negli anni
mai dissolta, mai spenta.
Annunci