questa estate siamo stati a Madrid. Pochi giorni. Giusto il tempo per fare nuovamente indigestione di pittura: si potrà dire tutto di Madrid, ma non che non abbia tra le migliori collezioni di pittura del mondo.

Da segnalare, ovviamente, i neri di Goya, accecanti di bellezza disperata. Come e perché uno in casa sua, nel suo bel salotto i sia dato pena di dipingersi per puro sollazzo intellettuale un tale disperato testamento è un mistero. Per lasciare poi la casa all’amato nipote, il quale, si può facilmente immaginare, sarà stato felicissimo di aver per ospite fisso a pranzo saturno che divora i suoi figli!

In ogni caso Goya era avanti secoli e noi, piccoli, con le nostre piccole pitture siamo qui a testimoniarne la grandezza.

un esempio per tutti: il piccolo cane che compare su un campo di colore la cui delicatezza e tenerezza anticipa pagine e pagine di impressionismo e di (successivo) informale italiano. grande.

Annunci