62esimo Festival del Cinema di Locarno-Svizzera

LOCARNO- dal 5 al 15 agosto 2009

Il 62esimo Festival di Locarno è iniziato la sera del 5 agosto . Fino al 15 ,  saranno proiettati 390 film, tra cui 180 lungometraggi. I manga, quest’ anno,  sono sotto i riflettori,  con la presenza del maestro Miyazaki. Questa edizione sarà anche l’ultima sotto la direzione di Frédéric Maire.
Il festival festeggia i 100 anni di cinema e musica.  E’ già stata presentatata in concerto una breve versione di “Vitus” di Fredi Murer  con il giovane pianista protagonista del film  Teo Gheorghiu, accompagnato dall’Orchestra della Svizzera Italiana.

Nel complesso, le proiezioni e diverse animazioni  dovrebbero attrarre 180.000 visitatori.

L’apertura del film “500 Days of Summer”  è il primo lungometraggio di Marc Webb. Questo insolito film racconta un tumultuoso idillio, offrendo  allo spettatore degli episodi che vanno in avanti e indietro sulla   relazione affettiva  di Tom e Summer.
Diciotto film in concorsoSantuario del diritto d’autore e film di giovani registi, il  Festival di Locarno  proietterà sullo schermo 180 film  Diciotto di loro sono in lizza per il Pardo d’oro che verrà assegnato  dalla giuria il 15 agosto.

 Tra i film in concorso ci sono quelli del cinese Xiaolu Guo “She , a chinese”, il giapponese Mamoru Hosoda  “Summer wars” o il francese Laurent Perreau con il film, “L’insurgé” con Michel Piccoli, atteso per l’occasione a Locarno. La giuria è composta da sette registi e attori da vedere anche  “Au voleur” della francese Saral Leonor, con  l’ attore francese, morto nel mese di ottobre, Guillaume Depardieu. Non ci sono film italiani in gara per il Pardo d’Oro, “La paura”  di  Pippo Delbono è tra i film fuori concorso.

La Svizzera è in concorso con “Complices” di Frédéric Mermoud. Un Pardo alla Carriera per la regia verrà assegnato al regista americano William Friedkin, autore di “The Exorcist”. Riceverà un premio alla  carriera anche  l’attore italiano Toni Servillo.

Il comandante di Miyazaki in persona

Una retrospettiva d’eccezione sulla animazione giapponese è uno dei punti culminanti di questa edizione. Il mondo dei manga, in particolare, sono  in programma una trentina di film dal 1958 ad oggi. Nell’ambito della retrospettiva “Manga Impacts”, molti registi di manga, tra cui il famoso Hayao Miyazaki e Isao Takahata e Ichiro Itano sono attesi sulle rive del Lago Maggiore.

Nuovi talenti, nuove forme, nuovi racconti

La selezione 2009 punta i riflettori sui registi emergenti argentini e brasiliani. Alejo Mogouillansky crea, con Castro, un’esaltante fantasia sui temi della ricerca, del ritmo edel movimento, mentre con Todos Mienten Matias Piñeiro si cimenta in un abile divertissement sul racconto e la parola. Lo stesso spirito ludico abita A Fuga da mulher gorila, road movie musicale girato in otto giorni e opera prima autoprodotta di due autori brasiliani di 28 anni, Felipe Bragança e Marina Meliande. Segno incoraggiante dal continente africano, la produzione francese Un transport en commun di Dyana Gaye reinventa un viaggio in taxi-brousse da Dakar a Saint-Louis, durante il quale i passeggeri raccontano se stessi… cantando; proprio come in Sogno il mondo il venerdì di Pasquale Marrazzo, film corale e musicale che incrocia, a Milano, i destini di sei personaggi in cerca di un futuro migliore. Per il suo primo lungometraggio da regista, la giovane attrice francese Valérie Donzelli opta invece per una commedia sentimentale personale e ironica ne La Reine des pommes. Ritroveremo anche il talento narrativo e la forza visiva dell’artista britannico Andrew Kötting, nella coproduzione franco-svizzera Ivul, favola eccentrica sulla disgregazione di una famiglia.

a cura di Cinemagora

VAI AL SITO DEL FESTIVAL

Annunci