CHE di Steven Soderbergh

Ernesto Che Guevara: “La rivoluzione si fa attraverso l’uomo, ma l’uomo deve forgiare giorno per giorno il suo spirito rivoluzionario”

CHE – L’Argentino

26 novembre del 1956 Fidel Castro salpa per Cuba con 80 ribelli. Uno di quei ribelli è Ernesto “Che” Guevara, un medico argentino che condivide il sogno di Fidel – rovesciare la dittatura corrotta di Fulgencio Batista.

Il Che impara presto l’arte della guerra di guerriglia, diventando il beniamino dei suoi compagni e del popolo cubano. Che – L’Argentino racconta l’ascesa del Che nella rivoluzione cubana, da medico a comandante, a eroe rivoluzionario.

L’icona di Che Guevara appare nei due film di Steven Soderbergh per oltre  quattro ore (esattamente 4 ore e 28 minuti) con il quasi sosia Benicio Del Toro. Soderbergh (premio Oscar per Traffic e regista di Ocean 11, 12 e 13) ha preteso all’ultimo festival di Cannes una visione continuata di questa sua opera girata in spagnolo, che invece in sala uscirà in due parti e, non in contemporanea. Questa realizzazione  ha richiesto sette anni di lavoro e consulenze infinite. Con una sapiente mescolanza di stile documentario e finzione, immagini in bianco e nero, un impeccabile montaggio e la musica di Alberto Iglesias che accompagna la narrazione, il film è diviso in due parti: la prima è dedicata al coinvolgimento di Che Guevara con Fidel Castro contro il regime di Fulgenzio Batista nel 1959. Con la seconda si entra ancora di più nelle leggenda, quando il Che all’apice della fama e del potere compare in Bolivia dove organizza un piccolo gruppo di compagni cubani e reclute boliviane destinato a dare inizio alla grande rivoluzione latino-americana.

Il resto è Storia!

CHE l’ultimo film di Steven Soderbergh sarà distribuito in due parti:
CHE – L’Argentino – al cinema dal 10 aprile
CHE – Guerriglia – al cinema dal 1 maggio

A cura di Cinemagora

Annunci