Lascia andare la corda, dalle fiato,
lascia che corra tirata dal vento
che carezza la pelle ed increspa
il profilo del mare.

C’è un tempo per tenderla
Secca, dura, arco che scocca,
cima che imprigiona la randa
e la gonfia d’aria leggera
ed uno perché si rilassi
s’addormenti per terra al caldo,
nel sole, rannicchiata e
messa in pulito o tutta ancora
contorta, ma non per questo
in tensione, chè se qualcuno la tira
ce n’è, ancora, fino a che fondo
non tocchi e lì, alla fine, si fermi.

Lascia andare la corda
Tra noi, ora, su un letto che tace,
ora, che il buio alla fine
ritorna.

 

English transalation will follow

Annunci